EH

La stipula del mutuo e il ruolo del consulente creditizio

La stipula di un mutuo

Che cos’è la stipula del mutuo? Quali sono i professionisti che intervengono in questa fase? E qual è il ruolo del consulente creditizio? In questo articolo Giada Bordoni, consulente del credito di Euroansa Hub, risponde a tutti gli interrogativi su questa fase decisiva per la conclusione dell’iter di richiesta e ottenimento del mutuo.


La stipula del mutuo

La stipula immobiliare è la fase del mio lavoro che più amo e ritengo più importante. Come consulente creditizio, adoro sapere che ogni singola parte del mio lavoro si incastri perfettamente fino a raggiungere l’obiettivo finale dei miei clienti, ovvero la stipula del mutuo finalizzato all’acquisto della casa. Vederli emozionarsi per il raggiungimento di un sogno mi fornisce la carica per operare sempre al meglio: una scarica di autostima e gratificazione professionale che vale tutto il lungo lavoro d’ufficio, le ore passate a studiare e vagliare ogni opzione e che ripaga di tutte le difficoltà incontrate lungo il tragitto. Adesso provo a spiegare meglio cos’è la stipula del mutuo e come si svolge.


La stipula del mutuo e il mediatore creditizio

In questa fase un consulente creditizio deve essere presente. È nostro dovere nei confronti dei clienti, ovvero di coloro che vogliono acquistare un immobile fornire un supporto attivo. Li abbiamo accompagnati durante tutto il percorso, guidati attraverso le scelte più giuste e cercato insieme di raggiungere il miglior obiettivo possibile, ed è per questo che dobbiamo, ancora una volta, essere là come supporto, guida e per non farli sentire intimoriti proprio alla fine del processo.

Una parte del nostro lavoro è infatti proprio quella di accompagnare in ogni singolo momento chi si affida a noi, un aspetto umano al quale io personalmente tengo molto. Prima della stipula, un buon consulente creditizio ha già messo in tavola tutte le sue competenze specifiche per ottenere il meglio possibile per i suoi clienti, li ha rassicurati, aiutati e guidati verso la banca e l’istituto di credito che meglio si adattasse alle loro specifiche richieste ed esigenze, nonostante questo è sempre opportuno che in questa fase continui ad essere presente: il nostro compito non è ancora finito.

Se esistono delle variabili che possono essere definite, noi dobbiamo essere pronti a mettere le nostre conoscenze e la nostra capacità di giudizio al servizio di chi ci ha affidato un piccolo grande sogno come quello di acquistare la propria casa. È proprio per questo che adoro esserci durante questo momento: qui si chiude un passaggio, non vi è solo la felicità dei clienti in gioco ma il loro futuro ed è una responsabilità che prendo molto a cuore… poi ovviamente, adoro i festeggiamenti che ne conseguono (e devo ammettere di essere finita in più di una foto fatta per immortalare il momento). Ma torniamo ai fatti concreti.


Quali sono le parti che intervengono durante questi incontro?

Per avere una visione più chiara di cosa sia una stipula del mutuo, dopo aver parlato delle mie responsabilità come professionista incaricato e delle emozioni che una giornata come questa suscita in me e nei clienti che mi hanno dato fiducia, voglio spiegare per bene quali sono le personalità chiamate in causa durante questo processo.

Alla stipula del mutuo ipotecario intervengono sempre:

  • la parte acquirente;
  • la parte venditrice.

Nel nostro lavoro spesso ci interfacciamo con gli agenti immobiliari che fanno da tramite o direttamente con il proprietario dell’agenzia immobiliare; anche in questo caso è davvero importante il lato umano, la nostra capacità di mediare e mantenere vive le relazioni.

Infine, una parte importante e indispensabile che non può assolutamente mancare, ma che spesso si fa attendere, è il notaio. Il suo compito è quello di:

  • comprovare tutti i dati presenti sul contratto e che ogni singola parte sia d’accordo sulle clausole presenti sul contratto;
  • iscrivere l’ipoteca sull’immobile;
  • dare valore esecutivo all’atto.

Ecco allora che, una volta apposta la fatidica firma, si può iniziare a vivere davvero il proprio sogno.


Gli accordi commerciali: un occhio al futuro

Non dobbiamo mai dimenticare di lasciare una porta aperta alle nuove opportunità. Questo è un consiglio che fornisco sempre a chi mi chiede informazioni sul nostro lavoro. Durante la stipula di un mutuo, per esempio, possiamo incontrare direttamente il proprietario di un’agenzia immobiliare e come consulenti creditizi il nostro compito è anche prevedere nuovi accordi commerciali.

Inoltre, di frequente il venditore del nostro cliente deve a sua volta ricomprare. Quale occasione migliore per offrirgli una consulenza di mutuo e fissare con lui un appuntamento?

In una giornata così bella e intensa non vi è nulla di meglio che mettersi in gioco personalmente e riuscire, con naturalezza e competenza a stringere nuovi accordi di tipo commerciale. Questa parte non solo è davvero importante per il nostro lavoro ma fornisce anche una certa soddisfazione professionale: saper interagire con le persone e sapere come riuscire a proporre i nostri servizi qualificati è una dote che si apprende passo dopo passo ma che diventa poi indispensabile e fornisce tantissima gratificazione!

Facebook
WhatsApp
LinkedIn
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *